TEMPESTA

Non avremmo capito

cosa stava accadendo

senza quel colpo al cuore

che si è strappato via

una parte di noi.

Sopravvivemmo entrambi

illusi desolati

di essere ancora vivi,

mendicanti felici

sul sagrato assolato

della chiesa del Tempo.

Poi venne una tempesta

che distrusse le case

trascinate dal fiume:

e noi restammo fermi

uniche statue vive

in attesa di un obolo,

di un colpo di fucile.

Un pensiero su “TEMPESTA

I commenti sono chiusi.